Logo Informatori.Info

 

 

apr08

Villocentesi, a Parma un caposaldo della diagnosi prenatale


Ecco i casi in cui l'esame è indicato

 

Per tempo immemore, e sino a relativamente pochi anni fa, era solo al momento della nascita (se non addirittura a distanza di mesi) che si poteva capire se un bambino era sano oppure, al contrario, se soffriva di qualche problema o anomalia.


Medico al microscopioGrazie anche alla villocentesi, la diagnostica prenatale ha compiuto passi da gigante. Questo esame consiste nel prelievo, intorno alla 10-12° settimana di gestazione, dei villi coriali (ovvero di particolari tessuti della placenta) che poi saranno oggetto di un’indagine cromosomico-genetica, tramite tecniche di laboratorio come PCR o FISH.


L’effettuazione della villocentesi può essere consigliata per determinati casi, quali ad esempio:

 

  • Risultati anomali nei test di controllo effettuati il 1° trimestre
  • Precedenti in famiglia di anomalie genetiche o genitori che ne sono portatori sani
  • Età della madre >35 anni (rischio maggiore di sindrome di Down)

A quest’ultimo proposito, nonostante la villocentesi in genere sia associata proprio alla rilevazione di questo problema, in realtà l’esame ha uno spettro di azione molto più ampio essendo in grado di evidenziare oltre duecento diverse anomalie.


Per effettuare la villocentesi a Parma mettendosi nelle mani di specialisti di lunga esperienza basterà rivolgersi al Poliambulatorio Dalla Rosa Prati, che con la sua professionalità in ambito diagnostico garantisce alle future mamme l’esecuzione di esami accurati e affidabili. Prenota subito un consulto o un esame contattando lo 0521.2981 oppure utilizza il form per la richiesta di informazioni online (poliambulatoriodallarosaprati.it).

08/04/2016 - Categoria: Salute e Benessere - Da: ZenzCom - 110 letture

 

  Commenti

Nessun Commento.

Il tuo Nome
Email
Website
Titolo
Commento
Immagine CAPTCHA
Inserisci il codice

RITORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE

);